Realizzaione siti web - Corsi informatica

Gemona del Friuli, 7.11.2014: Il latte di qualita’ per un nuovo modello di sviluppo

gemona formaggio

Il settore lattiero-caseario è in crisi per un eccesso di produzione di latte a livello mondiale. I produttori, nella speranza di “galleggiare” fra i flutti, adottano tecniche per abbassare i costi perché convinti che la concorrenza si può battere solo sul terreno dei prezzi. Ma in questo modo la qualità si abbassa sempre più e i consumatori non possono scegliere un latte di qualità superiore (Roberto Rubino)

L’Ecomuseo delle Acque del Gemonese, con la collaborazione della Condotta Slow Food “Gianni Cosetti”, organizza per venerdì 7 novembre a Gemona del Friuli un convegno che darà avvio alla manifestazione “Gemona. Formaggio… e dintorni”, promossa tra gli altri dal Comune e dalla Pro Glemona e giunta alla sua XV edizione. L’obiettivo è di avviare una riflessione sul latte che viene venduto al consumatore e sul formaggio che con il latte viene prodotto. Il fatto che l’Ecomuseo da tempo stia promuovendo e valorizzando un formaggio a latte crudo che è patrimonio autentico di una comunità e del suo territorio (si tratta del Formaggio delle latterie turnarie di Buja e Campolessi, Presidio Slow Food dal 2013), lo accredita a promuovere occasioni di riflessione e confronto perché anche nel settore lattiero-caseario si passi dalla quantità alla qualità, puntando sull’alimentazione delle bovine, sul benessere animale, sulle modalità di produzione del burro e del formaggio. Le feste, come quella di Gemona, servono anche a questo.
Titolo del convegno: “Il latte di qualità per un nuovo modello di sviluppo”
Data: venerdì 7 novembre 2014, ore 16-18.30
Luogo: Gemona del Friuli, sala consiliare di Palazzo Boton
Relatori: Piero Sardo presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità, Roberto Rubino presidente Associazione Nazionale Formaggi Sotto il Cielo (ANFOSC) e promotore del Progetto “Latte Nobile”, Antonio Fagiolo direttore Istituto Zooprofilattico di Latina e Frosinone, Sonia Venerus e Giordano Chiopris dell’Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale (ERSA), Mauro Braidot presidente Associazione Produttori Biologici del FVG (APROBIO). Coordina i lavori Fabiano Miceli dell’Università di Udine
http://www.slowfood.it/resistenzacasearia/
http://www.lattenobile.it/
http://latterie.wordpress.com/
Per l’intera durata della manifestazione, in programma dal 7 al 9 novembre, lungo via Cavour e via Bini nel centro storico di Gemona verranno allestiti numerosi stand dove sarà possibile assaggiare e acquistare formaggi provenienti da vari ecomusei italiani, presidi Slow Food regionali e nazionali e birre artigianali. Inoltre, presso il Laboratorio didattico sul terremoto in piazza Municipio 5, l’Ecomuseo e la Condotta “Gianni Cosetti” organizzeranno i laboratori del gusto, dove i formaggi provenienti da tutta Italia saranno presentati e fatti degustare al pubblico da tecnologi alimentari e dagli stessi protagonisti delle filiere lattiero-casearie (v. programma allegato)
INF Ecomuseo delle Acque del Gemonese
largo Beorcje 12 – Borgo Molino
33013 Gemona del Friuli (UD)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *