Realizzaione siti web - Corsi informatica

Prosecco Superiore: nuovo appuntamento dedicato alla ricerca; il 15 dicembre 2014 a Padova

Dopo l’incontro del 5 dicembre sul progetto D.E.R.I.V.A. (Difesa Ecosostenibile per la Riduzione dell’Inquinamento nella Viticoltura Avanzata) il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore presenta una nuova giornata dedicata alla ricerca. A VITINNOVA e BIODILIEVITI sarà infatti dedicato il seminario in programma il 15 dicembre, dalle 14.30 alle 18.00, presso l’aula magna dell’Università di Padova.

Biodilieviti è una ricerca finanziata dalla Regione Veneto e capitanata dall’Università di Padova – CIRVE, in collaborazione con Veneto Agricoltura e Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. Lo studio è stato realizzato con lo scopo di riprodurre in vigneto un microambiente idoneo per la coltura dei lieviti, cercando di non provvedere all’inoculo classico in vasca per l’avvio della fermentazione, avvalendosi bensì di un protocollo ben preciso per favorire il popolamento di ceppi di lievito direttamente in grappolo. Si è trattato quindi di produrre una miscela di ceppi autoctoni isolati dal territorio della Docg da introdurre direttamente in vigneto per ristabilire una microflora indigena in grado di condurre in cantina la fermentazione alcolica senza l’aggiunta di lieviti selezionati e anidride solforosa.

Vitinnova, ricerca finanziata dalla Regione Veneto e capitanata dal Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Docg, in collaborazione con il CRA-VIT di Conegliano e l’Università di Padova, prevede invece la messa a punto di un management avanzato nella difesa della vite, indirizzato al perfezionamento di un modello sostenibile di gestione fitosanitaria in cui vengono presi in considerazione aspetti tecnici, economici, tossicologici ed ambientali. Tra le tecnologie adottate c’è un software legato a un centralina meteo-climatica in grado di analizzare costantemente lo stato di salute della vite e di dare indicazioni precise sull’effettiva necessità dei trattamenti, contribuendo così a limitare il loro utilizzo. Si tratta di due modelli previsionali, basati su un sistema Gprs, che collegano il vigneto al computer dell’azienda fornendo in diretta i parametri relativi alle fasi di accrescimento della vite, ma anche di umidità, temperatura e piovosità. I sistemi, semplificando, possono essere paragonati al cruscotto di un’auto: se il programma rileva il rischio della presenza di malattie, accende una specifica spia, e nello stesso tempo, grazie al dispositivo di previsione meteo, indica al viticoltore se vi è o meno l’esigenza di intervenire.

La sperimentazione è in corso di applicazione in due aziende della denominazione, una a San Pietro di Feletto e l’altra a Colbertaldo di Vidor, in provincia di Treviso. La sperimentazione permette di dettare i tempi di intervento in base ad una modellizzazione dei parametri principali delle malattie (in particolare Peronospora e Oidio) e, sulla base di specifici segnali, coadiuva il lavoro del viticoltore nella scelta da adottare in determinate situazioni agronomiche. L’obiettivo è il contenimento dell’utilizzo di fitosanitari e l’abbattimento dell’impatto ambientale ad essi legato.

L’incontro del 15 dicembre metterà in luce gli importanti risultati ottenuti grazie a questi studi.

PROGRAMMA DEL CONVEGNO:

14.30-14.40 – Saluti delle Autorità

14.40-15.10 – Gestione dei patogeni e razionalizzazione dei trattamenti fitoiatrici nel vigneto risultati di un biennio di prove di campo

Dott. Alessandro Zanzotto, CRA-VIT

Prof. Roberto Causin Università di Padova Dip. TESAF

15.10-15.30 – Gestione dei fitofagi della vite e razionalizzazione degli interventi insetticidi

Prof. Carlo Duso, Università di Padova, Dip. DAFNAE

15.30-16.00 Aspetti economici nella difesa: costi aziendali associati a protocolli di lotta guidata e a linee di difesa a diverso impatto ambientale

Dott. Luigino Barisan, Prof. Luigi Galletto, Università di Padova, Dip. TESAF

16.00-16.30 – Interventi dei convenuti e discussioni

16.30-16.45 – Progetto Biodilieviti – Presentazione del Progetto

Prof. Alessio Giacomini, DAFNAE, Università di Padova

16.45-17.30 – Risultati delle prove di introduzione di lieviti autoctoni in vigneto

Prof.ssa Viviana Corich, DAFNAE, Università di Padova

17.30-18.00 – Interventi dei convenuti e discussioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *