Realizzaione siti web - Corsi informatica

AIAB-FVG ed APROBIO: senza indugi si parte con il bio nella programmazione PSR 2014-2020

Quella relativa ai premi per l’agricoltura biologica (misura 11) assieme al sostegno ai pascoli (misura 10.1.g) sono le uniche misure a superficie che la Regione Friuli Venezia Giulia aprirà nel 2015. Buona nuova quindi per il settore bio, in espansione tumultuosa, e per le poche (purtroppo!) aziende che in Regione praticano ancora il pascolo. Nulla di fatto invece quest’anno per l’agricoltura conservativa, la lotta integrata, la conservazione della biodiversità dei prati e le altre misure agro-ambientali, che dovranno attendere il 2016.

“Ci preoccupa la situazione di incertezza generale che regna nel sistema agricolo, dalla PAC non ancora chiusa alle difficoltà con i sistemi informatici ai clamorosi ritardi nei pagamenti – dichiara Cristina Micheloni di AIAB-FVG- ma siamo positivi sull’apertura, benchè condizionata, di questi bandi che potranno accompagnare e sostenere una tendenza che è comunque già in atto finalmente anche in Regione e vede l’agricoltura biologica come unico elemento di vera innovazione e di imprenditorialità sana”.

Le cifre proposte dalla Regione per le diverse colture bio (ed ancora in attesa di approvazione dalla Commissione) sono importanti: 1.300 €/ha/anno per l’introduzione della melicoltura bio, cifre analoghe per la viticoltura ed anche superiori per l’orticoltura; 473 €/ha/anno per l’introduzione dei seminativi bio e circa 300 € per le foraggere. A tali cifre si aggiungono le maggiorazioni dei premi nel caso in cui l’azienda converta al bio anche la zootecnia.

“Si tratta di un sostegno che compensa le incertezze tecniche ed economiche che accompagnano soprattutto i primi anni di conversione al bio – commenta Mauro Braidot, presidente APROBIO – e rende ragione dei benefici alla collettività che l’agricoltura biologica comporta, come il mantenimento della biodiversità o il recupero della fertilità del suolo.”

Le due associazioni che rappresentano il biologico friulano raccomandano agli agricoltori interessati di fare presto e predisporre tutta la documentazione necessaria poiché i bandi verosimilmente apriranno il 3 giugno e chiuderanno (di questo vi è certezza) il 15 dello stesso mese! Per chi è già nel sistema di controllo sarà sufficiente presentare la domanda di contributo, ma chi inizia ora l’attività bio dovrà, prima, effettuare la prima notifica di attività. La notifica può essere presentata attraverso APROBIO o le associazioni di categoria o i CAA, mentre la domanda di contributo deve essere effettuata da chi gestisce il fascicolo aziendale, ovvero le associazioni di categoria o i CAA.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *